mercoledì 22 luglio 2015

Autostrade: Sindacati, accordo II livello

“Un accordo molto concreto e positivo, che arriva in un contesto economico ancora difficile e che conferma il valore della contrattazione e il ruolo del sindacato”. Così Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporti sull’accordo di secondo livello sottoscritto con Autostrade per l’Italia
sottolineando che “dà importanti risposte dal punto di vista economico, normativo e delle tutele a tutti i lavoratori ed ai familiari del Gruppo e pone le basi per affrontare l’imminente fase di rinnovo contrattuale”.

“Sul lato economico - spiegano unitariamente le organizzazioni sindacali dei trasporti - è stato definito che il premio per l’anno 2015 al livello medio ammonta a 2.260 euro ed inoltre viene introdotta la possibilità di poter richiedere un’anticipazione o di trasferire alla previdenza complementare la quota di TFR maturata fino ad un massimo di 9 mila euro.

Nell’area welfare - sottolineano inoltre Filt, Fit, Uilt, Sla e Ugl - con l’accordo vengono introdotti i permessi solidali tra colleghi con la possibilità della cessione volontaria in forma anonima tra i dipendenti. Sono previsti miglioramenti nella maternità con un aumento del 20% della retribuzione di quella facoltativa, l’allungamento fino 24 mesi del periodo di comporto per gravi malattie e la possibilità della fruizione dei congedi parentali.

In merito alle questioni del lavoro - spiegano infine le organizzazioni sindacali dei trasporti - viene garantita nei caselli autostradali, a fronte dell’espansione nel settore dei processi di automazione, la presenza di una risorsa dedicata nell’arco delle 24 ore attraverso turni di 8 ore e si stabilisce che in caso di mobilità tra aziende del Gruppo la non applicazione del contratto del nuovo contratto a tutele crescenti”.